TESTIMONIAL 2016

Fabio Basile, classe 1994 piemontese ma pugliese d'origine, desiderava andare ai Giochi Olimpici da quando ha cominciato a praticare judo a 6 anni. Il suo percorso verso i Cinque Cerchi non è stato facile, nonostante una carriera dai numerosi titoli e medaglie. A Rio non doveva andare, troppo giovane. Eppure grazie al colpo della vita, un ippon, è stato proprio lui a conquistare la 200esima medaglia d'oro dell'Italia. «Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla» è la sua filosofia in pillole che lo ha portato al successo.  

Appartenente al Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito, Francesca Dallapè è una delle più famose tuffatrici italiane. Nel trampolino sincro da tre metri, in coppia con Tania Cagnotto, si è aggiudicata la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Rio 2016, è stata vicecampionessa mondiale ai campionati mondiali di nuoto di Roma 2009 e a Barcellona nel 2013, nonché pluri-campionessa europea consecutivamente dal 2009 al 2016, risultando così la coppia più vincente di sempre a livello europeo. Francesca è la portabandiera del Trentino nel mondo dello sport. Il tuffo più importante? Quello nella vita, con l'entusiasmo di chi ha tanta voglia di crescere, imparare e fare qualcosa di importante.

Daniela Merighetti, meglio nota come Dada, è una ex sciatrice tesserata per il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle. La sua carriera è stata segnata da molti infortuni che non le hanno fatto perdere il sorriso con il quale ha affrontato ogni situazione e con il quale ha conquistato l'affetto di tutto il Circo Bianco. Inizialmente specializzata nella slalom speciale, si è adattata alle prove veloci risultando una delle migliori discesiste della squadra azzurra negli anni duemila. Dada ha all'attivo 6 podi in Coppa del Mondo, con una vittoria il 14 gennaio 2012 a Cortina d'Ampezzo, mentre nel 2009 ha conquistato i titoli italiani di discesa libera, combinata e supergigante. Ritiratasi dall'attività agonistica nell'aprile del 2016, Dada non riesce a stare lontana dalla neve ed è difatti testimonial dei Mondiali di sci che si disputeranno proprio a Cortina d'Ampezzo nel 2021. 

Giordano Benedetti, specialista negli 800 metri piani, come altri testimonial di Trentino Sport Days ha rappresentato il tricolore italiano nei Giochi Olimpici di Rio, qualificandosi nelle semifinali della sua specialità. Un risultato notevole per celebrare il proprio debutto olimpico, durante il quale ha stabilito il record personale stagionale. Un pizzico di spensieratezza, la tenacia di volersi migliorare e la voglia di lavorare in silenzio per una prestazione esplosiva sono gli ingredienti della ricetta di Giordano, Nike athlete. Atleta delle Fiamme Gialle, Giordano ha vinto due titoli consecutivi ai Campionati Italiani Assoluti nel 2011 a Torino e nel 2012 a Bressanone e 5 titoli consecutivi indoor (2010-2014) ad Ancona. 

"Essendo nata senza il braccio sinistro, per me è sempre stato normale fare qualsiasi cosa in modo naturale". Si presenta così Melania Corradini, che disabile non ci si è mai sentita. Questo grazie ai genitori che, già da quando era piccolissima, l'hanno messa sugli sci, nonostante in molti avessero provato a scoraggiarli. A dieci anni Melania ha lasciato la scuola di sci per bambini normodotati e si è iscritta a quella per diversamente abili. L'anno successivo ha iniziato con l'agonismo. Oggi rappresenta meravigliosamente la Nazionale Italiana ai Mondiali e ai Giochi Olimpici di Sci Alpino per atleti disabili e non si fa mancare nulla, nemmeno le medaglie. Come un argento olimpico, un oro Mondiale, due argenti Mondiali e un bronzo Mondiale

Andrea Lucchetta è un ex pallavolista italiano, considerato un membro in Italia della cosiddetta generazione di fenomeni. È soprannominato Crazy Lucky per la particolarissima capigliatura, a spazzola e in diagonale. La sua è una carriera costellata da riconoscimenti e medaglie, come il bronzo Olimpico di Atlanta 96, l'oro ai Campionati mondiali di Rio 1990, tre World League consecutive dal 1990 al 1992, un Campionato europeo in Svezia, senza dimenticare Mondiale per club, coppe CEV, scudetti, Coppa delle coppe e Coppa Italia. Nel 2007, insieme alla "generazione di fenomeni" aderisce al progetto ideato da Andrea "Zorro" Zorzi di creare una nazionale "Veterans" che riunisce i grandi volti della pallavolo degli anni '90. Dal 2009 è commentatore Rai dei più importati avvenimenti pallavolistici tra i quali le Olimpiadi. 

Ruggero Tita, studente di Ingegneria dell'Informazione e Organizzazione d'impresa, è un velista (categoria 49er) della nazionale italiana con all'attivo diversi successi, tra cui la medaglia d'oro dell'Eurosaf Olympic Week di Riva del Garda dello scorso anno. Ruggero ha costruito in pochi anni di intenso lavoro le basi per la convocazione nel 2009 e la permanenza nella squadra olimpica nazionale 49er, rappresentando l'Italia anche ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro insieme al compagno di equipaggio Pietro Zucchetti. La vela non è l'unica passione di Ruggero, praticante di numerosi sport outdoor.

Playmaker di 193 cm, classe 1997, Andrea Bernardi è cresciuto nel settore giovanile di Aquila Basket, diventando dall'autunno 2013 parte integrante del gruppo under 19 della Dolomiti Energia Trentino che sotto la guida tecnica di Alessio Marchini si è qualificato per due anni consecutivi alle Finali Nazionali di categoria. Da diversi anni nel giro delle Nazionali Giovanili, nella scorsa stagione Andrea è stato ceduto in prestito a Verona, con la cui maglia è sceso in campo in 13 occasioni realizzando, in 4,4 minuti di impiego medio, 16 punti complessivi (1,2 di media). Dopo questa importante esperienza, Andrea è tornato a Trento nel rooster della prima squadra.

New entry della Dolomiti Energia Basket Trentino, Isacco Lovisotto è da tutti definito "un'ala forte dotato di un buon tiro da fuori, che gli permette di essere pericoloso non solo in area ma anche dietro l'arco dei tre punti". Già nel giro della Nazionale Under 18 e vincitore della medaglia di bronzo al torneo di Mannheim, Isacco è alto 205 cm e si è formato cestisticamente nel settore giovanile della Benetton Treviso. Con la under 18 del sodalizio della Marca, allenata dall'ex esterno biancoverde Marco Mian, nella scorsa stagione ha pure fatto la sua prima esperienza da senior disputando il campionato di serie C Silver. Lo scorso inverno ha inoltre partecipato all'Adidas Next Generation Tournament con la maglia della Virtus Bologna, disputando 4 gare nella fase di qualificazione di Roma e producendo 4,3 punti e 2,0 rimbalzi di media.  

Specialista del salto in alto, Silvano Chesani ha vinto la medaglia d'argento sia ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013 che agli Europei Indoor di Praga 2015, oltre ad aver ottenuto quattro titoli assoluti (1 outdoor). Portacolori delle Fiamme Oro, Silvano si è appassionato all'atletica leggera dopo aver praticato hockey su ghiaccio e pallavolo. Nelle qualifiche del salto in alto dei Giochi Olimpici di Rio 2016 è diventato il portavoce della squadra italiana, tentando il tutto e per tutto per conquistare una finale nella disciplina.  

Trentino Sport Days conta anche il supporto del campione del mondo di mountain bike orienteering nel 2015, Luca Dallavalle. Luca è un campione a tutto tondo, che pratica corsa orientamento dal 2001 e mtbo dal 2007. Ma non solo. Da sempre amante della neve dal 2012 Luca pratica scialpinismo, diventandone un suo appassionato interprete.  

Federico Manea, atleta delle Fiamme Azzurre, lo si può incontrare quotidianamente al Lotta Club di Rovereto, dove si allena da sempre. Sarà anche grazie a questa preparazione calcolata, senza lasciare nulla al caso, che Federico si è confermato Campione italiano Assoluto nella categoria 59kg per la quinta volta. Specializzato nella lotta greco-romana, il suo valore tecnico decisamente alto è indiscusso e supera agevolmente tutti gli avversari per atterramento e superiorità.

Davide Da Villa, classe 1995 è davvero uno sportivo a tutto tondo, amante della pallavolo e del tennis, è però nello sci che sta ottenendo i più grandi riconoscimenti. Atleta delle Fiamme Gialle, Davide vanta due partecipazioni ai Campionati Mondiali Juniores di Hafjell (2015) e Sochi (2016). Tra i tanti traguardi raggiunti dal giovane sciatore nell'ultimi anni, è sicuramente la recente medaglia d'argento nello slalom speciale, conquistata durante i Campionati Italiani Giovani di Pozza di Fassa, nel suo Trentino. 

Una sfida. E' così che è cominciata la storia sulle due ruote di Ivan Beltrami. Adolescente estroverso e un po' ribelle, Ivan, fin da piccolo, è abituato a fare sport: tennis e soprattutto surf. La bicicletta entra nella sua vita per caso: un pomeriggio mentre torna da una partita di tennis, un manager amico di suo padre gli dice: "Ma perché non provi con il ciclismo?". La proposta diventa quasi una sorta di scommessa: il ragazzo farà il primo anno da allievo rimborsato di tutte le spese, a patto che vinca. Altrimenti dovrà restituire tutto quanto. Una provocazione. Ivan è affascinato dalle sfide e accetta. Quasi per gioco, inizia la sua carriera ciclistica e le vittorie di quel primo anno lo invogliano a continuare. Ed è così che nel 1987 è medaglia d'argento nel Campionato Mondiale Inseguimento a Squadre Junior. Difende i colori azzurri ai Giochi Olimpici di Seul nel 1988 e a quelli di Barcellona nel 1992. Ivan è ideatore e proprietario del brand Mecki's.

"Go big or Go home" è il moto di Alessandro Aie Benussi, pro rider DC Shoes divenuto nel frattempo anche l'allenatore dell'Italian National Jr Team. Aie non vuol dire solo snowboard: surf, tennis, bike, fotografia e fly fishing sono le sue passioni. Snowboarder da più di 20 anni, Aie oltre ad essere stato il primo italiano invitato all'Air&Style e Jon Olson Invitational è stato anche l'unico italiano ad aver avuto il pro model da una major americana.  

L'emozione della medaglia non si dimentica mai. Lo sa la squadra di nuoto per salvamento dell'Amici Nuoto Riva che, ai campionati mondiali giovanili per club, ha conquistato il titolo di vicecampione iridato a squadre nelle prove in piscina grazie a 3 medaglie d'oro, 2 di bronzo e complessivamente a 20 qualificazioni in finale. 

Marco Aggravi è un noto atleta di speed windsurf. Membro dello Speed Team Heru Sails, Marco è anche collaudatore e tester delle Vele Alari Heru Sails, che presenterà proprio durante Trentino Sport Days al pubblico della fiera. Sebbene la tecnologia della vela alare esista già da anni in Coppa America con Oracle e New Zeland, nel windsurf si tratta di un'assoluta novità. Con l'aiuto dell'ingegnere Dino Petretto e del progettista Giulio Iviani, Marco sta quindi portando avanti un'innovazione mondiale all'interno di questo sport.